CooKie 

Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web. Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo.

 

 

Disponibile il Libro ed E-Book de " Il Cammino verso il Risveglio"  di Rosario

 

E-Book 

 

   

Libro 


 

 

 

Lunedì, 11 Maggio 2015 00:00

Vivere La Vita o Consumare La Vita?

Written by
Rate this item
(1 Vote)

Buonasera Amici! Quanto caos abbiamo nella nostra mente? Eppure l'universo non è caotico, la creazione avviene in armonia, ogni cellula, ogni molecola, ogni atomo, ogni elettrone o particella subatomica, collabora in armonia e in omeostasi con le altre, in un tutt'uno nell'universo quantico. Armonia, equilibrio e collaborazione, nell'universo non esiste separazione, non esiste resistenza, non esiste difficoltà, la creazione avviene con facilità e semplicità. La nostra società è povera spiritualmente, abbiamo molta difficoltà nel distinguere il senso della nostra vita, per un motivo non sappiamo di essere vivi, difficilmente nel corso della nostra esistenza capiamo cosè la vita. La grande contradizione umana, siamo vivi e non possiamo separarci dalla vita, ma non sappiamo vivere, cosa vuol dire vivere la vita? Wiston Churchill descriveva la storia dell'uomo come una dannata cosa dietro l'altra, in sintesi noi viviamo una vita dannata senza rendercene conto, viviamo nel caos, viviamo nella vita ma non siamo vivi. Infatti noi siamo abituati a consumare la vita senza viverla pienamente, la nostra società e influenzata dal marketing selvaggio, vivi-consuma-crepa, il consumo è il nostro modus operandi, crediamo che tutto si può comprare o consumare, se non hai possibilità economiche, sei fuori dalla ruota dei consumi quindi per la nostra società egoica non sei vivo, non esisti. Questa follia del consumo ha innescato una bomba ad orologeria, il mal di vivere o depressione, se non puoi partecipare al consumo nel paese dei balocchi sei finito, i media hanno contaminato la nostra mente, i messaggi sono evidenti, se sei un consumatore hai diritto ad una bella donna, a una bella auto, a una lussuosa villa. Ma se non lo sei, vivrai di stenti e in solitudine, nessuna donna vuole un uomo povero e che non può consumare, l'uomo è un prodotto del marketing selvaggio, che vuole condizionarci ad essere merce di scambio, non essere vermente vivi. L'uomo o la donna in questo sistema di consumo, si scelgono, si sposano o convivono, con un solo scopo il consumo, la donna si avvicina all'uomo ricco anche se caratterialmente non ha nessuna affinità, per un solo motivo può consumare di più, l'uomo si avvicina alla donna bella non per amore ma perchè può esibire il suo trofeo, può dimostrare di consumare di più e potersi permettere la fotomodella. Cari amici non mi fraintendete, meritiamo tutti una vita appagante e ricca, ma la vita và vissuta e conosciuta, la conoscenza di se stessi e l'introspezione sono la chiave dell'amore per la vita. Ponetevi delle domande, ascoltate il vostro Sè interiore e le vostre guide spirituali. Iniziate a seguire le intuizioni divine e tutto averrà con grazia, facilità e gioia. Il vecchio Marketing basato sull'inganno e il consumo selvaggio è finito, la mediocrità lascia spazio all'eccellenza, all'originalità. La vita degli esseri umani non può essere influenzata dal consumo, la vita è un miracolo della creazione, la vita è meravigliosa, essere vivi e godersi la vita amando e collaborando con gli altri, amate la vita incondizionatamente, portate la spiritualità nella vostra vita, l'uomo crea se stesso ogni giorno, creare è l'essenza della vita. Quando sentite dire alle persone: oggi mi godo la vita poichè il domani è incerto! Non credeteci! Il domani è certo, il sole sorge e tramonta, la nostra vita fluisce nella creazione, la gioia e lo stupore di un bambino che osserva il mondo senza volerlo modificare, vivete la bellezza e la perfezione che ogni attimo di vita vi offre, vivete il presente e la sua luce, siate diamanti che irradiano energia al mondo. Fate della vita un vostro capolavoro, siate protagonisti, non consumatori inermi. Oggi 11 maggio alle 12.00 è morta mia zia, ma come molti di voi intuiscono, la morte non esiste, la sua anima ha iniziato un nuovo viaggio e una nuova vita, gli angeli hanno accompagnato la sua anima e aiutato il suo passaggio verso la luce, desidero salutarti zia, non è un addio ma un arrivederci...  La vita crea la vita, noi siamo vita in evoluzione, ricordatevi chi siete, la vita stessa vi supporterà, vi aiuterà a gioire e a danzare con lei...Un Abbraccio Namastè! 

Read 636 times Last modified on Martedì, 12 Maggio 2015 00:23

Media

Login to post comments